Come trattare un lavoro che odi e rimanere sana di mente?

domenica 29 novembre 2015


Dopo l'ultimo post in cui vi ho elencato i motivi per cui anche un lavoro che non amiamo o che non abbiamo mai considerato può essere vantaggioso per la nostra carriera, per il nostro portafoglio o per la nostra crescita personale, oggi andremo ad esplorare come trattare quel lavoro perché spesso quando facciamo qualcosa che non ci piace è difficile allontanare queste sensazioni dalla vita privata, con ripercussioni talvolta anche sul nostro stato di salute. 


guidgen.co


Si arriva ad un punto in cui le batterie sono scariche e si cerca una via di fuga. Tuttavia rischiare di passare dalla padella alla brace è un attimo, quindi ecco qualche consiglio per evitarlo e cercare di odiare quel lavoro un po' di meno.


1# CERCATE SODDISFAZIONE AL DI FUORI DALL'AMBIENTE LAVORATIVO. Ricordate che per quanto tempo voi passiate al lavoro quello è solo una parte della vostra vita. Quindi se questa zona non è soddisfacente fate in modo che le altre lo siano.Che sia un hobby, uno sport o un blog non importa la cosa fondamentale è che sia qualcosa che vi fa stare bene (la visione compulsiva delle serie tv non può essere considerato un hobby #reallife) Non solo questo migliorerà il vostro umore ma voi sarete meno incentrate sul lavoro, e probabilmente con occhi più attenti riuscirete a trovare anche lì dentro delle cose positive. 



2# CREATEVI UN VOSTRO PIANO PERSONALE. Se le cose vanno così male createvi una vostra personale via di fuga. Ci si può prendere un po' di tempo, impostare una scadenza e capire a piccoli passi come uscire da quella situazione. Anche se non si conoscono per filo e per segno tutti i passi avere un piano ed una scadenza predefinita vi farà essere più ottimiste perché il processo di cambiamento sarà già in atto. Ciò vi solleverà il morale ed andare avanti giorno per giorno sarà sempre un po' più facile fino al raggiungimento della vostra deadline. 
stylecaster



3# VALUTATE QUALE SIA IL REALE PROBLEMA. Quando la mattina diventa difficile alzarsi dal letto e si inizia ad odiare tutto e tutti diventa difficile essere obiettivi e capire quale sia il problema principale che ci rende così insofferenti. Fate un passo indietro e cercate di essere obiettivi su qual è la reale situazione, sugli aspetti negativi ma anche quelli positivi.Potreste capire che una parte del problema è dato proprio dal vostro atteggiamento. E' facile crogiolarsi in una spirale di negatività, questa attira altra negatività ed è un gatto che si morde la coda. 



4# TROVATE IL MODO DI METTERVI IN GIOCO.  Che si tratti di noia o routine non potete pensare che arrivi qualcuno con la bacchetta magica e che vi risolva tutto il problema. Dovete sfidare voi stessi e fare in modo che le cose cambino. Proponete qualcosa di nuovo o soluzioni ai problemi siate proattivi nel vero senso del termine. Anche se il compito vi sembra noioso o fuori dalle vostre competenze pensate a quanto state apprendendo in un ambito per il quale non siete stati formati. Vi sorprendere nel vedere quanto è possibile imparare. 



Quanti di voi si sentono soffocare da un lavoro che odiano, per il quale non erano preparati? Un lavoro funge solo come trampolino di lancio per qualcosa di più grande? Ricordate che talvolta se non si può modificare il lavoro si può modificare il nostro atteggiamento verso di esso. Parlo per esperienza!

DESIGNED BY ECLAIR DESIGNS