Tutto ciò che so sulla figaggine l'ho imparato da "Tacco 12"

domenica 13 settembre 2015


Quando l'estate lascia il posto a Settembre e le piogge iniziano a farsi torrenziali, oggi qui c'è allerta2 per dire, lasciarsi sopraffare dalla malinconia è dietro l'angolo, così il mio antidepressivo naturale è la lettura di "Tacco 12" di Veronica Benini aka Spora.
Il libro risalente al lontano 2013 ed edito da Sperling & Kupfer, mi ha permesso di conoscere uno dei miei personaggi pubblici preferiti, la presidentessa di Stiletto Academy , scuola di portamento sui tacchi ma non solo, scuola di vita per giovani imprenditrici, ma non solo, insomma guadatevi il link... io sposo i loro ideali, apprezzo le attività e questo è quanto. 


sporablog


Tornando al libro non ha senso una recensione passati già due anni dalla sua uscita, ma vorrei comunque condividere con voi i miei appunti, perché con questo libro ho imparato tecniche di bellezza ed autostima con leggerezza e contorno di risate. 
La Spora è un Putto uberfigo, che accompagna Marta, la sua discepola, alla conquista di femminilità, lavoro e fidanzato con consigli tatticissimi. 


sporablog


Iniziamo dalle basi, cosa ho imparato riguardo a:



CASA: la casa deve rispecchiare chi ci vive ma sempre con stile, se avete 25 anni e vivete ancora nella stessa camera e con lo stesso arredamento di quando ne avevate 13 forse dovreste rivedere qualcosa, Per esempio via i poster degli attori e sì a quadri o stampe di città che amate o che sognate. 

La chicca di arredamento: la carta da parati Morris



LAVORO: Marta è appena stata "pisciata" ad un colloquio presso la rivista di moda Runway a cui è andata impreparata e vestita da controllore del bus. 

Innanzi tutto per il lavoro dei sogni dovete avere ben chiaro quale esso sia, e come volete arrivarci. Di conseguenza andare a colloquio vestite in maniera corretta seguendo le linee aziendali ma soprattutto preparate. Dovete conoscere l'azienda in cui vorreste lavorare e sapere le basi di un colloquio perciò non rimanere spiazzate di fronte ad una domanda banale come un vostro pregio e un vostro difetto.
NdR per esperienza personale questa domanda è diventata obsoleta, gli esaminatori si sono evoluti, ma le domande rimangono sempre standard per esempio "dove si vede da qui a 5 anni?"- 



COME PREPARARE UNA VALIGIA: I capisaldi di una valigia sono : COMPATTEZZA - PRAGMATISMO - PLURIDISCIPLINARIETA' - MULTITASKING.

Per praticità e per evitare un'accozzaglia di colori sarebbe bene suddividere i capi in questo modo:



Colori basici  


  • Pantaloni
  • Cappello
  • Giacca
  • Valigia
  • Tacco da giorno
Colori forti
  • Tacco da sera
  • Completino sexy
  • Pochette
  • Vestito da sera
  • Sciarpona in Cashmere
nordstrom

CURA DELLA PERSONA: Qui dovrei riportare l'intero libro quindi vi dirò cosa mi ha più illuminata:
  • tenere le cremine e gli smalti in frigo
  • usare le calze antitrombo per sgonfiare le gambe
  • usare un siero alla vitamina C
  • concedersi ogni tanto il lusso delle terme
  • non uscire mai di casa senza mascara e rossetto
ABBIGLIAMENTO: Io vi dico solo che ho fotocopiato le pagine e le ho appese all'anta interna dell'armadio perciò non mi lancerò in un riassunto impossibile ma quello che su di me si è rivelato super pro:
  • gli slim di Cheap Monday
  • gli abitini di American Apparel
  • le calze di Wolford
Sogno nel cassetto: la biker di Balenciaga (anche se è in lotta con la Bow Bag di Miu Miu) 

SCARPE: Ultimo e non ultimo sono le scarpe, raccontate in tutte le loro caratteristiche insieme con gli alleati piedini, per questo però non vi rimando al libro ma vi consiglio vivamente un corso magari ci incontriamo lì!

DESIGNED BY ECLAIR DESIGNS