"Innamorarsi a Manhattan" di Kate Parker

sabato 19 settembre 2015


Ammetto che il mio amore per New York mi ha portata all'acquisto sconsiderato di questo libro in formato ebook, più per il titolo che per le recensioni passate, anche perché il testo è piuttosto vecchio, ma so che questo genere di romanzi non passa mai di moda. 





TITOLO: Innamorarsi a Manhattan
AUTORE: Kate Parker
GENERE: Romanzo
PAGINE:294
EDITORE: Lggereditore
CARTACEO:9,90 €
EBOOK: 4,99 €


Se non fosse per il mio essere tremendamente ostinata l'avrei accantonata dopo qualche pagina,ma non potevo lasciare i miei lettori orfani di una recensione così importante.
Partiamo dai protagonisti: un uomo e una donna, Matìas Kilmer ed Alice Giuliani. Lui è uno scrittore di successo e professore universitario di storia medioevale a Rochester, lei un'infermiera pediatrica con un passato burrascoso a causa di un ex alcolizzato e violento.
Luogo: New York, Tiffany (sospiro ed occhi a cuoricino per quelle scatolette azzurre), Matìas impegnato nello scegliere un anello di fidanzamento per la donna che lo attende a casa.Lei vestita da Holly Golightly intenta ad immedesimarsi nella parte per un esame alla scuola di teatro.
I loro sguardi si incontrano, i cuori sobbalzano, lui corre da lei, lei scappa impaurita (ma perchè riaffiorano vecchi ricordi non perchè uno sconosciuto sta cercando di inseguirla) lui la raggiunge e la invita a prendere una caffè insieme ( MA DICO DAVVERO???)
Matìas deve ripartire non prima di passare a prendere la nonna Lucille in casa di riposo la quale andrà a vivere con lui, chiede ad Alice di accompagnarlo, lei accetta (MAI PENSATO CHE POTESSE ESSERE UNA PAZZO PSICOPATICO??) e conquista la nonnina con la sua dolcezza.
Lui riparte lasciandola sola con il ricordo di un lieve bacio appena sussurrato. 
Da questo punto in avanti la narrazione scorre un po' più rapida alternando capitoli che riguardano Matìas e quelli dedicati ad Alice. 
Il ragazzo torna a Rochester con un groppo sul cuore, la convinzione che Grace non sia la donna giusta per lui perché non è mai stata in grado di fargli provare le sensazioni che una sconosciuta ha suscitato in lui in poco più di due ore. 
Alice da canto suo è alle prese con un conflitto interno, l'amore immenso che prova per i bambini del reparto pediatrico è in contrasto con le troppe perdite e il dolore per la malattia. Ma è proprio la conversazione con Matìas quella mattina a darle lo spunto per un nuovo progetto, unire le sue due passioni. Una classe di recitazione per i suoi piccoli ospiti malati in cui possano trovare il sorriso. 


 Matìas alle prese con sé stesso viene riportato alla realtà dal suo migliore amico Jhon, il quale gli confessa di avere una relazione con la sua fidanzata. Il professore dapprima infuriato scappa alla volta di New York alla ricerca di Alice che non incontra per una manciata di secondi. Viene subito riportato a casa dalla chiamata di un suo studente che lo informa di aver trovato Lucille in stato confusionale e che adesso lei è ricoverata in grave condizioni.
I destini dei due non sono ancora allineati e il romanzo continua con i due protagonisti intenti a riportare stabilità nelle loro vite ma pronti a struggersi d'amore l'uno per l'altra. 
La fiaba a lieto fine termina ovviamente con l'incontro di Alice e Matìas alla presentazione del nuovo libro di quest'ultimo, e una proposta di matrimonio. 

Spero di essere riuscita nell'intento di dare una visione dettagliata del testo ed ora via alle mie impressioni.
Cliché 1: Due si incontrano perfetti sconosciuti e si innamorano perdutamente.
Cliché 2: Si aspettano innamorati per un anno grazie a due ore trascorse insieme.
Cliché 3: Lui torna a casa travagliato e scopre che il suo migliore amico è innamorato della sua fidanzata.
Cliché 4: L'ex alcolista di lei si riabilita per conquistarla.
Cliché 5: L'ex alcolista riabilitato si fidanza con la migliore amica di lei.
Cliché 6: I due innamorati si rincontrano e lui senza nemmeno conoscerla le chiede di sposarlo.

Ora mi ripeterò: MA DICO DAVVERO??? Vorrei andare dall'autrice e chiederle cosa le passi per la testa. 
La nota colorata è data dalla nonna Lucille unico personaggio degno di nota che con la sua vita frenetica e i suoi saggi consigli ci fa sognare tutti di avere una nonna così. 
Il libro ammetto scorre bene, sono i fuochi d'artificio dell'amore l'inno alla fatalità, per me di una banalità disarmante ma certamente un buon libro con cui passare il pomeriggio. Magari piovoso. Magari malinconico. 

DESIGNED BY ECLAIR DESIGNS