Lavorare da casa

venerdì 17 luglio 2015


Il mio lavoro saltuario come correttrice di bozze mi porta a lavorare da casa per diverse ore, e dopo un primo momento in cui mi sono vista come una balena spiaggiata in pigiama e con chiazze di caffè qua e là
ho preso la situazione in mano, ho trovato diversi consigli di freelance da più lunga data di me che ho riassunto in questi punti: 
Vestirsi ogni giorno. So che sembra banale ma la pigrizia spesso ci fa lavorare da letto e l'indumento più comodo da indossare è sempre il pigiama. Invece indossare vestiti puliti ogni mattina come se si dovesse andare al lavoro rende più produttivi.

Creare una zona di lavoro designata che non sia il vostro letto. Non sempre è possibile designare un'intera stanza ad uso ufficio, ma è importante avere una propria postazione che non sia il vostro letto. 

Darsi degli orari e rispettarli. Come ogni lavoro è importante impostare degli orari specifici. Le linee diventano sfocate quando si lavora per sé stessi, rischiando di lavorare anche 16 ore al giorno a discapito delle vostra produttività. 

Uscite. Quando si lavora in un ufficio bisogna necessariamente uscire di casa, anche solo per il tratto di strada che vi separa da esso. Lavorare da casa ha certamente i suoi vantaggi, ma può anche essere molto restrittivo. Prendetevi piccole pause, ed andate all'esterno anche solo per una passeggiata. 

Programmate delle uscite con altre persone. Il rischio di diventare degli eremiti e reclusi perché si lavora per sé stessi da casa è dietro l'angolo. Ogni settimana pianificate almeno due pasti fuori, un incontro serale , una cena o un cinema, interagite con la gente anche di persona non solo attraverso un computer. 


magalie-illustration


Approfittate della vostra flessibilità.  E' importante darsi degli orari rigidi se si hanno delle consegne, ma in periodi meno pieni concedetevi un cinema alle 16 di pomeriggio o fate le commissioni che diversamente sareste costrette fare il sabato, in modo da evitare anche code spiacevoli. 

Preparatevi spuntini sani. Stare a casa è sempre un'arma a doppio taglio, avreste il tempo per preparare cene e pranzi sani, ma spesso vi ritrovate a mangiare davanti al computer con un tomino. Il rischio di una cattiva alimentazione e troppa sedentarietà è imminente, quindi programmate i pasti settimanali e tenete sempre pronto qualche stuzzichino appetitoso ma sano. 

Mantenere le cose in ordine. Non c'è nulla di stimolante in una postazione di lavoro sporca e disordinata. Prima di fine giornata fate sparire tazze sporche e riordinate le carte, fogli e post-it che trovate in giro, in modo da tornare al mattino in un bel posto accogliente. 

DESIGNED BY ECLAIR DESIGNS